• lunedì , 16 settembre 2019

DdL-Scuola e personale ATA

Secondo il DdL del Governo, si può realizzare una “Buona Scuola” senza coinvolgere Direttori sga, Assistenti amministrativi, Assistenti tecnici e Collaboratori scolastici

di Agata Scarafilo

 

Che siano in tanti ad avere una visone della scuola legata unicamente alla docenza e all’attività di insegnamento è un dato di fatto. Infatti, sovente il personale ATA fa fatica a dimostrare all’opinione pubblica (ignara del lavoro che si svolge nelle segreterie) che, ad esempio, nei periodi di sospensione delle attività didattiche -vacanze estive, natalizie, pasquali, ecc.-, il proprio impegno nei confronti della scuola continua ininterrottamente, salvo il diritto alle ferie di ogni lavoratore. Ma sarebbe davvero paradossale se questo sentire comune fosse stato recepito dal Disegno di Legge, finalizzato a creare le premesse per la realizzazione di una “Buona Scuola”.

Non lo sapremo mai! Certo è, però, che il Disegno di Legge, che nei prossimi giorni sarà esaminato dal Parlamento (Camera e Senato), ha concentrato la sua attenzione unicamente sui Dirigenti scolastici e sui docenti, dimenticando circa 200.000 lavoratori in tutta Italia che, sempre nelle scuole, ricoprono il ruolo di Direttori dei servizi generali e amministrativi, Assistenti amministrativi, Assistenti tecnici e Collaboratori scolastici.

La scuola non è solo dirigenza e didattica, la scuola è un contesto di “Unità dei servizi”, in cui ad ogni singola professionalità è richiesta una partecipazione attiva.
Nelle scuole il personale ATA assolve, in collaborazione con il Dirigente scolastico e il personale docente, a numerose mansioni. In via generale, a seconda del ruolo che ricopre, esso svolge le funzioni amministrative, contabili, gestionali, strumentali, operative e di sorveglianza connesse a tutte le attività promosse e realizzate dalle istituzioni scolastiche.

E allora, come è possibile proporre una legge di iniziativa governativa, in cui si parla di “Buona Scuola”, senza neppure menzionare il personale ATA? 

Andiamo ad analizzare quei punti salienti del DdL in cui, in maniera incoerente con i dati di fatto, le diverse figure professionali qualificate come ATA sono state completamente ignorate.

SCARICA QUI L’ARTICOLO COMPLETO

One Comment

  1. IL PERSONALE ATA, DIMENTICATO DAL DDL SULLA “BUONA SCUOLA”, SI MOBILITA :
    28 marzo 2015 at 08:46

    […] “Scuola e Amministrazione” (Nikeditrice) a cui si può accedere collegandosi alla link:  http://www.scuolaeamministrazione.it/it/ddl-scuola-e-personale-ata/ […]