• sabato , 23 Ottobre 2021

Distanza kilometrica superiore a 150 Km e permessi legge 104

L’analisi e il commento del parere del Dipartimento della Funzione Pubblica

Ai fini del calcolo dei 150 km si deve tenere conto della residenza o del domicilio? La questione è stata risolta recentemente, con il parere n. 0038420 del 08/06/2021, del Dipartimento della Funzione Pubblica

di Agata Scarafilo

Abstract

Il lavoratore che usufruisce dei permessi per assistere il familiare in condizione di grave disabilità, che sia residente in un Comune che si trova ad una distanza superiore a 150 chilometri, deve attestare l’effettivo raggiungimento del familiare assistito. Ma come deve comportarsi la Scuola se ci sono due strade percorribili per raggiungere l’assistito che rilevano un chilometraggio diverso? Può il solo domicilio soddisfare i requisiti previsti dalla normativa per la fruizione dei permessi?

Un recente parere del Dipartimento della Funzione Pubblica ha chiarito alcune questioni.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento