• venerdì , 10 Luglio 2020

Geografia per sognare

recensione a cura di Enrica Bienna

 

MAPPE. Un atlante per viaggiare tra terre, mari e culture del mondo

ElectaKids 2013

Nella collana di libri ElectaKids  la  casa editrice Electa Mondadori dedica uno spazio sempre più ampio alla pubblicazione di atlanti illustrati di varia natura, tra cui questo atlante del mondo che proponiamo e che per ora è il fiore all’occhiello di tutta la collana: “Mappe. Un atlante per viaggiare tra terre, mari e culture del mondo”. Una scelta editoriale che potrebbe apparire controcorrente, quella di puntare sugli atlanti geografici da sempre percepiti , almeno dagli studenti, come strumenti didattici  trai i più noiosi, e considerati ancora più obsoleti oggi di fronte alla potenza  delle immagini satellitari  e alla fruibilità della rete.

Eppure questo volume, destinato ai bambini a partire dai sette anni, rappresenta un piccolo fenomeno di fortuna editoriale: vincitore del premio Andersen nel 2014 come migliore libro di divulgazione , ha incontrato il favore dei genitori e dei  bambini  e si è diffuso con il passaparola. Dalle testimonianze dirette delle mamme, dagli entusiastici  commenti sul web,  sappiamo che  si è rivelato un ottimo strumento   per  appassionare   i bambini alla conoscenza del mondo , incuriosendoli e stimolando fantasia e immaginazione. Pensiamo quindi che possa suscitare l’interesse dei docenti di geografia, sempre alla ricerca di stimoli per rivitalizzare una disciplina  che gode di scarso  appeal  e poca considerazione all’interno del curricolo, e che sia di incentivo a riflettere su come adeguare forme comunicative, strumenti e metodi ai bisogni cognitivi ed emotivi dei bambini, al di là delle mode e della frenesia  di cambiamenti spesso  fittizi.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento