• domenica , 25 Settembre 2022

Marzo 2022: La scuola dell’infanzia nelle linee pedagogiche per il sistema integrato zero-sei

Cari Abbonati,

è online il numero di marzo di Scuola e Amministrazione:

SOMMARIO:

EDITORIALE 

– 
La scuola dell’infanzia nelle Linee pedagogiche per il sistema integrato zerosei   A cura di Antonio Santoro 
La scuola dell’infanzia: istituzione-ponte tra i servizi educativi per l’infanzia e la scuola dell’obbligo.



DIDATTICA E ORGANIZZAZIONE 

– 
Alternanza scuola-lavoro: tra colpe e problemi di Rita Bortone 

Veder tornare gli studenti in piazza in qualche modo ci piace: perché noi adulti in piazza non ci andiamo più né sapremmo per quale fine andarci; perché ci sorprende questa inattesa giovanile organizzazione della protesta; perché il nuovo album degli slogan e degli striscioni ci restituisce mondi e vissuti di idealità ed aspettative da molto tempo ormai sopite o smarrite. Ma non è facile, al di là delle cose dette e scritte, avere idee chiare su quanto stia accadendo, e perché, dietro agli slogan e agli striscioni.


– Concorsi a cattedra: per selezionare o per “tagliare” di Rita Bortone

Le prove previste dai concorsi a cattedra nella secondaria di primo grado sono iniziate, ma serpeggia tra i candidati il sospetto che il concorso serva più a “tagliare” i numerosissimi concorrenti che a selezionarli con chiari criteri di valutazione.

QUESITI DEI LETTORI 

A cura di Fabio Scrimitore

– 
Come organizzare il pronto soccorso esterno alla Scuola?

Le modalità con le quali deve essere assicurato l’intervento di pronto soccorso esterno al Convitto, annesso ad un Istituto di istruzione secondaria superiore,  debbono essere inserite  nel Piano di Primo Intervento, con la specificazione di tutte le procedure previste per il primo soccorso interno, che spetta al personale della scuola, assegnatario delle competenze dell’ Addetto al Primo Soccorso.

– Incidente occorso ad un alunno: il personale della scuola può essere citato civilmente dai genitori

Il terzo comma dell’art. 2048 del codice civile esclude che, in caso di malaugurato danno, occorso ad un minore, il genitore dell’alunno possa chiamare in causa civile, direttamente, il personale della scuola. L’insegnante ed il personale non insegnante, tenuti alla vigilanza sull’alunno, potranno essere chiamati in causa, in sede civile, soltanto dall’Amministrazione scolastica, che avrà il diritto di rivalersi su di loro nel caso in cui  siano stati giudicati colpevoli di dolo o colpa grave. 

– La valutazione espressa dai docenti è insindacabile?

La generosità professionale del Dirigente scolastico d’un rinomato Liceo ha dato forma e valore ad una più che apprezzabile richiesta di cooperazione educativa fra la scuola e la famiglia, avanzata dalla stessa scuola in occasione della censura che un genitore ha rivolto alla valutazione dell’elaborato di letteratura italiana, redatto dal figlio in classe. 

– Si può fare il “salto” di un anno di liceo?

Il quesito proviene dal collaboratore del Dirigente scolastico di un Istituto omnicomprensivo di scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e di secondo grado, al quale il genitore d’un giovane di 17 anni ha chiesto di sapere se l’ordinamento scolastico consenta al figlio, frequentante la 3^  classe di liceo scientifico, di sostenere nel prossimo giugno gli esami di ammissione alla classe 5^. 


GIURISPRUDENZA 

– 
Frazionamento della spesa: necessità e urgenza non la giustificano di Agata Scarafilo 

Analisi della delibera ANAC numero 34/2022 secondo cui  i motivi di necessità ed urgenza, non rientrano nella ragioni oggettive di deroga (comma 6 art. 35 del Codice dei Contratti)

Buona lettura!

IMPORTANTE! PER SCARICARE IL NUMERO DI MARZO 2022 DEVI ESSERE ABBONATO. Inserisci il tuo NOME UTENTE e PASSWORD. Se avete smarrito tali informazioni, non esitate a contattarci via email (abbonamenti@scuolaeamministrazione.it)

CLICCA IL LINK QUI DI SEGUITO (visibile solo agli abbonati) E SCARICA LA RIVISTA IN PDF.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment