• venerdì , 10 Luglio 2020

Retrodatazione di nomina in ruolo

di Fabio Scrimitore

Il quesito, proposto da un Dirigente scolastico, riguarda la decorrenza giuridica della nomina in ruolo di un docente.

Una sentenza, ormai passata in giudicato, ha riconosciuto a un docente, immesso in ruolo con effetti dal 1° settembre 2008, il diritto alla retrodatazione giuridica della nomina in ruolo al 1° settembre 2006. Il Dirigente scolastico si è chiesto in che data dovrà essere stabilito il superamento del periodo di prova e quando egli dovrà emettere il provvedimento di ricostruzione di carriera retrodatata al 1° settembre 2006. Si risponde in base al principio secondo cui l’esecuzione delle decisioni giurisdizionali passate in giudicato deve essere tale da attribuire integralmente al beneficiario del provvedimento il diritto riconosciutogli dal magistrato.
Alla stregua di tale principio, si risponde al quesito, supponendo che nei riguardi del docente stesso sia stato emesso in precedenza un decreto di conferma in ruolo, su parere favorevole del Comitato per la valutazione dei docenti, a conclusione dell’anno scolastico in cui egli ha svolto effettivamente il periodo di prova e frequentato le attività proprie dell’anno di formazione.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento