• venerdì , 20 Maggio 2022

Servizio di leva non prestato in costanza di rapporto di lavoro è valido ai fini della graduatoria

Analisi della sentenza della Corte di Cassazione n. 41894 pubblicata il  29/12/2021

di Agata Scarafilo

ABSTRAC 

La Corte di Cassazione, con la recente sentenza n. 41894  pubblicata il 29/12/2021, rigetta il ricorso del MIUR nei confronti di un docente che si era visto riconosciuto già dalla Corte territoriale il diritto al punteggio spettante per il servizio militare di leva, non prestato in costanza di rapporto di lavoro,  ai fini dell’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento del personale docente della scuola statale

Come risaputo, la Corte Suprema di Cassazione è al vertice della giurisdizione ordinaria e tra le principali funzioni, che le sono attribuite dalla legge fondamentale sull’ordinamento giudiziario, vi è quella di assicurare “l’esatta osservanza e l’uniforme interpretazione della legge”. Le sentenze, pertanto, dei giudici ermellini sono importanti perché esprimono l’ultimo e più alto grado di giurisdizione conosciuto in Italia: ciò significa, in poche parole, che la Corte di Cassazione ha l’ultima parola sui fatti oggetto di giudizio, non essendo possibile mettere in discussione quanto da essa stabilito.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment