• giovedì , 24 gennaio 2019

Processi formativi nell’Italia in crisi di oggi

Il 52° Rapporto sulla situazione sociale del Paese, redatto dal Censis, registra le difficoltà degli Italiani. Tasto dolente la formazione: gli investimenti sui percorsi d’istruzione sono al di sotto della media europea, proprio come l’interesse a parteciparvi

A cura di Antonio Santoro

 

“Il sistema sociale, attraversato da tensioni, paure, rancore, guarda al sovrano autoritario e chiede stabilità, rompe l’empatia verso il progresso, teme le turbolenze della transizione”

(52° Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese – 2018).

 

È un Paese in crisi quello che il Censis fotografa nel 52° Rapporto sulla nostra situazione sociale: “Un Paese pieno di rancore e incerto nel programmare il futuro”; un Paese che ha sempre più bisogno di “una responsabilità politica che non abbia paura della complessità, che non si perda in vicoli di rancore e in ruscelli di paure, ma si misuri con la sfida complessa di governare un complesso ecosistema di attori e processi”.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento