• mercoledì , 12 Maggio 2021

Ricostruzione di carriera

Quali sono i possibili rischi per la scuola che per la complessità del procedimento di ricostruzione della carriera di qualche docente confermato in ruolo dal 1° settembre dell’anno scolastico  di riferimento, non riuscisse ad adottare il relativo decreto entro il prescritto termine del 28 febbraio dello stesso anno?

Di Fabio Scrimitore

Abstract

Legittimamente la Ragioneria Territoriale dello Stato ricusa il visto di controllo del decreto di ricostruzione di carriera del personale insegnante in assenza di atti che attestino, ai sensi dell’art. 71 del Decreto legislativo n. 445 del 28 dicembre 2000,  l’avvenuto controllo delle autodichiarazioni con le quali il dipendente ha dato atto di aver prestato determinati servizi prima della data di immissione in ruolo.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento