• lunedì , 19 novembre 2018

Educazione alla salute, in Puglia al via il piano 2018-2019

Presentato il nuovo Piano strategico per la promozione della salute nelle scuole: contrasto delle dipendenze, sessualità e sicurezza tra le aree tematiche interessate

di Francesca Rizzo

Promuovere uno stile di vita sano già dai primi anni di vita, attraverso una costante collaborazione interistituzionale: è l’obiettivo permanente di Regione Puglia – Assessorato alla Salute e Direzione generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia, che hanno presentato il settimo Piano strategico per la promozione della salute nelle scuole, avviando per l’anno scolastico 2018-2019 un nuovo ciclo di attività aperto alle scuole regionali di ogni ordine e grado.

 

Riprendendo lo stesso metodo utilizzato nei sei anni precedenti, gli enti hanno individuato le aree tematiche su cui è necessario sensibilizzare gli studenti e, per loro tramite, le stesse famiglie, parte integrante della comunità scolastica. Otto le aree individuate per il settimo anno:

  • Nutrizione e attività motoria;

  • Salute e ambiente;

  • Contrasto alle dipendenze;

  • Benessere mentale;

  • Comportamenti a rischio;

  • Corpo in salute;

  • Sicurezza in casa, in strada e al lavoro;

  • Affettività, sessualità e MST.

 

A ciascuna area corrispondono diversi progetti, su base regionale o provinciale, suddivisi per le scuole target: scuola primaria, scuola secondaria di 1° grado, scuola secondaria di 2° grado. Attraverso attività ludiche e/o didattiche basate sulla fascia d’età degli alunni interessati, con il coinvolgimento degli adulti (insegnanti e genitori, ma anche gli operatori sanitari delle ASL di riferimento), viene promossa la riflessione su temi come la mobilità sostenibile, la corretta alimentazione, la dipendenza da sostanze, gioco d’azzardo e nuove tecnologie, il cyberbullismo, la cultura della sicurezza nei diversi ambienti di vita.

 

Tutte le informazioni sullo svolgimento delle iniziative, i dati statistici rilevati sulla base delle attività svolte negli anni precedenti, e l’elenco dettagliato delle attività sono confluiti in un Catalogo, distribuito in tutte le scuole pugliesi e disponibile anche online, sul portale PugliaSalute.

 

// IL BILANCIO Lo scorso anno, rendono noto i promotori del Piano strategico, ai progetti di educazione alla salute hanno partecipato oltre 71mila studenti, appartenenti a 552 scuole: l’84% del totale degli istituti scolastici pugliesi.

Un dato in crescita rispetto alle precedenti edizioni, segno che anche la comunità scolastica avverte il bisogno di una maggiore educazione di adulti e giovani.

I dati elaborati dall’Osservatorio Epidemiologico della Regione Puglia attraverso lo studio “Okkio alla salute” mostrano un’attenzione maggiore, ma ancora non sufficiente, verso tematiche come la promozione di un’alimentazione sana e dell’attività sportiva per i bambini.

 

Il coinvolgimento delle scuole è uno degli elementi che in questi anni hanno portato ad una consapevolezza crescente, ed al contrasto di cattive abitudini sedimentate nelle famiglie: perciò anche numerose istituzioni europee e sovranazionali insistono in questa direzione.

 

Il Piano strategico pugliese per la promozione della salute nelle scuole cita esplicitamente la Dichiarazione di Odense, documento elaborato nel 2013, durante la 4^ Conferenza europea sulle scuole che promuovono Salute.

In base alla Dichiarazione, l’istituzione scolastica è chiamata ad adottare scelte improntate su valori quali:

  • Equità: un accesso equo per tutti all’istruzione e alla salute;
  • Sostenibilità: salute, istruzione e sviluppo sono correlate tra loro, con attività e programmi implementati in modo sistematico nel lungo periodo;
  • Inclusione: la diversità viene valorizzata. Le scuole sono comunità di apprendimento nelle quali tutti si sentono accolti e rispettati;
  • Empowerment: tutti i membri della comunità scolastica sono coinvolti attivamente;
  • Democrazia: le Scuole che Promuovono Salute si fondano sui valori della democrazia.

 

// LA DICHIARAZIONE “Intendiamo far capire ai nostri ragazzi, che saranno il futuro, l’importanza della prevenzione, facendo conoscere con i fatti concreti tutte le opportunità che si hanno per vivere una vita nel benessere e in salute – dichiara Sebastiano Leo, assessore Regionale alla Formazione, alle Politiche per il lavoro, al Diritto allo Studio, all’Istruzione e all’Università della Regione Puglia –. Questo sia per scongiurare tante malattie che per far risparmiare la sanità pubblica”.