• giovedì , 25 Luglio 2024

ANAC, parità di genere: ora va attestata nei contratti pubblici

La “certificazione della parità di genere”: l’intervento del presidente ANAC

Abstract: Con l’intento di conseguire impatti sociali positivi nei contratti pubblici, l’art. 4 della Legge n. 162/2021 ha istituito la “certificazione della parità di genere”. La citata Legge costituisce attuazione in ambito nazionale della normativa comunitaria. Sull’argomento è intervenuto il presidente dell’ANAC che con un comunicato ha voluto favorire la corretta ed uniforme applicazione della norma. Infatti, sono stati posti in essere dei correttivi alCodice dei contratti pubblici” ai quali anche le scuole, come stazioni appaltanti, dovranno adeguarsi.

di Agata Scarafilo

Con l’articolo 4 della Legge n. 162 del 5 novembre 2021 è stata istituita, a partire dal 1° gennaio 2022, “la certificazione della parità di genere” finalizzata ad attestare le politiche e le misure concrete adottate dai datori di lavoro per ridurre il divario di genere in relazione alle opportunità di crescita in azienda, alla parità salariale a parità di mansioni, alle politiche di gestione delle differenze di genere e alla tutela della maternità.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment