• venerdì , 9 Dicembre 2022

Istituzione di nuovo corso di studio e ridenominazione della scuola

Abstract

Se nell’organico d’un Istituto tecnico commerciale, nel contesto del piano regionale di ridimensionamento della rete scolastica, è stato aggiunto un corso quinquennale di liceo scientifico delle scienze applicate, esso non può comunque avvalersi del titolo di “Liceo scientifico”. L’avvenuta istituzione del suddetto corso avrà fatto perdere all’Istituzione stessa l’originaria denominazione di “Istituto tecnico commerciale” e le avrà fatto acquisire quella di “Istituto di istruzione secondaria superiore”.

Ciò non implica, peraltro, che il diploma che sarà rilasciato a conclusione del nuovo corso di studio non debba essere denominato “Diploma conclusivo del corso di liceo scientifico delle scienze applicate”.

Il Dirigente scolastico di un Istituto tecnico commerciale, i cui interessi, più che verso le opere di David Ricardo, Adam Smith ed Antonio De Viti De Marco, sembra che siano stati sempre rivolti verso la filosofia, e, in particolare, verso l’opera di Giordano Bruno – al punto da aver fatto intitolare l’Istituto al nome del filosofo nato a Nola, simbolo della libertà della ricerca ed arso vivo sul Gianicolo nel 1599 – a partire dal 1° settembre 2018, era riuscito a potenziare il Piano dell’offerta formativa del suo Istituto, facendosi autorizzare dalla Giunta della sua Regione, con l’assenso dell’Ufficio Scolastico Regionale, l’indirizzo corrispondente al corso di liceo scientifico delle scienze applicate.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment