• venerdì , 23 agosto 2019

Una Storia che muore

Di Rita Bortone

 

Abstract

Il tema di storia scompare dagli esami di maturità e ciascuno s’indigna a suo modo. Ma  la Storia  rischia di morire a scuola come nella società, per irresponsabilità ampie e gravi che non  stanno nella riforma degli esami di Stato. Una società senza storia e senza memoria. La frattura tra la Storia Indicata a livello nazionale e la Storia insegnata nella realtà. La inadeguatezza dell’insegnamento disciplinare e le responsabilità di scuole e università.

 

Tutta la città ne parla

Scherzavamo tristemente con dei colleghi, giorni fa, in merito alla farsa della valutazione dei dirigenti, che in realtà non valuta niente e non produce nessun esito, e in merito alla farsa del prossimo concorso per la dirigenza scolastica, che anch’esso, con i suoi innovativi quesiti a risposta aperta, non sarà in grado di valutare niente, ed alla farsa dei rav e dei pdm, che fanno scena e suonano bene all’orecchio, ma certamente non producono la cultura autovalutativa e migliorativa come dicono di voler fare, e insomma concordavamo amaramente nella considerazione che il sistema nazionale d’istruzione si riempie la bocca di parole e di principi enunciati ma in realtà non sembra avere alcun interesse, o alcuna capacità, di migliorare le cose.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento