• martedì , 15 Giugno 2021

Da assistente amministrativo a supplente: quali implicazioni contrattuali?

E’ possibile vedersi riconosciuti giorni di ferie residui?

Occorre verificare, in via preliminare, se la supplenza di sostegno conferita all’assistente amministrativo, decorrente espressamente  dal 9 febbraio  al 30 giugno del 2021, rientri nel novero delle supplenze definibili annuali

Il  secondo comma dell’art. 59 del CCNL del 2007 dispone che l’accettazione dell’incarico di supplenza “comporta l’applicazione della relativa disciplina prevista dal presente CCNL per il personale a tempo determinato”

Nell’art. 59 del CCNL si sarebbe potuto precisare che il conferimento della supplenza doveva esser preceduto da un provvedimento che collocasse in aspettativa senza assegni il dipendente di ruolo, indicandone chiaramente tanto il termine iniziale, quanto quello finale

Di Fabio Scrimitore

Abstract

L’assistente amministrativo di ruolo, che, ai sensi dell’art. 59 del CCNL del novembre 2007,  sia stato incaricato a tempo determinato per un posto di insegnamento disponibile sino al 30 giugno 2021, potrà chiedere che gli siano concessi giorni di ferie residuati dal precedente anno scolastico a decorrere dal 1° luglio 2021, cioè dalla data in cui, cessato dallo status di assistente amministrativo di ruolo in aspettativa senza assegni, sia rientrato in servizio nella scuola di titolarità.

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento