• lunedì , 22 Aprile 2024

Gli studenti: “Non siamo vandali che hanno devastato l’istituto”

Prendiamo le distanze dai danneggiamenti: la violenza non ci appartiene e rivendichiamo la libertà di manifestare il pensiero e manifestare e le ragioni alla base dell’occupazione per una scuola democratica, inclusiva e che azzeri le disuguaglianze”

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment