• venerdì , 9 Dicembre 2022

L’omessa indicazione del CIG non invalida la gara

ABSTRAC: Importante sentenza del CGA Regione Sicilia, la n. 956 del 22.09.2022, considera valida la gara se è stata omessa l’indicazione del CIG.

di Agata Scarafilo

Una recente sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, la sentenza n. 00956 del 22 settembre 2022, tratta dell’omessa preventiva richiesta del CIG (Codice Identificativo di Gara) e dei suoi effetti sulla gara d’appalto. Stando al Collegio, dall’omessa indicazione del CIG non deriva l’illegittimità del bando di gara e degli atti ad essa afferenti.

Cerchiamo ora di capirne le motivazioni di ciò che sembra, solo apparentemente, contraddire i tempi e le modalità di attuazione della disciplina sulla tracciabilità (Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia”).

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento

Leave A Comment