• sabato , 13 Aprile 2024

Scuola e impresa, in Puglia nascono 8 start-up innovative

Dagli impianti di coltura verticale degli ortaggi alle strategie per installare e finanziare pannelli solari, passando per una linea di abbigliamento per aiutare associazioni no profit: le iniziative sono state tenute a battesimo a conclusione di due Summer Camp rivolti a studenti di età compresa tra 10 e 19 anni, provenienti da tutta Italia, e organizzati dall’associazione WeDo Academy di Lecce

di Stefania De Cristofaro

Piccoli imprenditori crescono. In Puglia un gruppo di 41 studenti, provenienti da Lombardia, Piemonte, Toscana ed Emilia Romagna, di età compresa fra 10 e 19 anni, ha tenuto a battesimo otto micro start-up innovative, a conclusione di due summer camp: le idee imprenditoriali spaziano dagli impianti di coltura verticale degli ortaggi alle strategie per installare e finanziare pannelli solari, passando per una linea di abbigliamento in stile street wear per aiutare associazioni no profit.

La finalità dell’iniziativa

L’iniziativa è stata lanciata dall’associazione WeDo Academy di Lecce, nata nel 2021 con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi in età scolare al mondo del lavoro e dell’imprenditoria, sperimentando lo spirito e la mentalità dei capitani d’industria (Entrepreneurial mindset).

Per il 2023, WeDo Academy ha organizzato due edizioni del Summer Camp, entrambe a luglio a Lecce, nella sede di Links: la prima dal 10 al 15 luglio e la seconda dal 17 al 22 luglio. Durante le settimane, gli studenti hanno avuto modo di conoscere e confrontarsi con imprenditori e startupper in veste di testimonial.

A raccontare le loro storie personali, non solo di successo, sono stati Ken Rutkowski (KenRadio – Usa), Bibop Gresta (Hyperloop Italia), Alberto Bertone (Acqua Sant’Anna), Giancarlo Negro (Links), Ottavio Sartori (Arredissima), Marianna D’Angelo (HP), Luca Stella (Zucchetti), Federico Malvestiti (Pilota Formula 3), Paolo Nenci (Influencer Contadino), Alberto Paglialunga (Deghi), Eliseo Donno (Pilota Ferrari Challenge), Giovanni Re (Roland), Simone Bernardi (Scuola dei Talenti), Guido Tahra (Human Being), Mago Klinkon (Klinconsulting), Mirco Spedicato (US Lecce), Massimiliano Turazzini (Intelligenza Artificiale), Nino Dell’Arte (Astraco), Stefania Quarta (Briosa Energia), Giancarlo Orsini (Megatrend), Aurora Zollino (Studente IED), Mirko Cazzato (Mabasta), Andrea Amato (Andreban), Eliana Zollino (Studente IED), Cristiano Coluccia (studente Giurisprudenza).

“Se è vero che quando si parla di innovazione e futuro, siamo abituati a fare corsi, formazione ed esperienze solo a Milano o, comunque, al Nord, è altrettanto vero che per far conoscere e approcciare la mentalità imprenditoriale ai ragazzi, le famiglie sono ‘costrette’ a venire nel Salento”, spiegano gli organizzatori.

“Quest’anno sono state 15 le famiglie che hanno scelto di iscrivere i propri figli ai camp”, proseguono.

Dal brainstorming alla carta d’identità delle start-up

A conclusione delle fasi di brainstorming, dedicate alle proposte di possibili micro startup, sono venute fuori 58 idee innovative, tra cui gli stessi ragazzi hanno scelto le migliori otto e hanno lavorato per la scelta del nome, per il design del logo, per la compilazione del Business Model Canvas e per la preparazione del “pitch”, una presentazione con poche slide che rappresenta la “carta d’identità” della startup. Il documento contiene la descrizione del problema affrontato e delle soluzioni proposte, con indicazione dell’innovazione introdotta e delle ricadute.

La sperimentazione, quindi, è reale e “hands on”: gli studenti procedono con le proprie mani, prendendo ispirazione ed esempio dalla ultradecennale applicazione dell’innovativo modello didattico del professore Daniele Manni, docente di  informatica e pratica Imprenditorialità presso l’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce , chiamato “Learning entrepreneurship By Doing startups”, imparare l’imprenditorialità facendo startup. Manni è co-founder e coach assieme ad Ettore Ferramosca esperto in Marketing e Comunicazione; Bruno Lenzi imprenditore digitale ed esperto di Tecnologia e Sociale; Marco Nardin imprenditore nel mondo dell’Editoria; Giancarlo Orsini manager, family banker e divulgatore scientifico; Pietro Santoro amministratore delegato del Gruppo In.Pack Machinery, fondatore e amministratore della Società di investimenti e management Kailios Capita; Donatella Rampinelli coordinatore scientifico del Master Executive Industria 4.0 e Supply Chain Management presso la Business School 24ore e Donato Zollino consulente finanziario.

Le otto start-up fondate al termine dei Camp

Quattro le startup ideate e fondate durante il primo Camp: “Sky Grow” per impianti di coltura verticale di ortaggi nelle scuole e negli uffici; “WeDo School” per l’educazione complementare all’istruzione che si fa a scuola, con corsi per conoscere se stessi e le nuove tecnologie; “On Fire”, linea di abbigliamento in stile street wear con la mission di aiutare associazioni benefiche e “Ray Energy” per strategie e finanziamenti per installare pannelli solari sui tetti delle scuole. Quest’ultima ha ricevuto la maggiore valutazione da parte dei giudici.

Altre quattro start-up sono nate a conclusione del secondo  Camp: PR – Premia i Rispettosi, sistema di premialità per chi rispetta le regole sfruttando una parte di denaro ricavato dalle multe a chi quelle regole non le rispetta;  Kaizen un sistema peer-to-peer in cui i giovani informano i coetanei su argomenti di loro interesse;  VCT – Very Cutomized Trips su viaggi, percorsi ed esperienze cucite su misura del singolo cliente e Architexh, team di architetti, ingegneri e altri professionisti in grado progettare e costruire edifici di massima sostenibilità. Quest’ultima startup è stata la vincitrice della sessione.

I giovani imprenditori

Questi i giovani e giovanissimi protagonisti dei Camp: Alessio Albanese (15 anni), Francesco Bianco (19 anni), Martina Bruzzi (16 anni), Edoardo Bruzzi (19 anni), Lorenzo Caiulo (16 anni), Gioele Carrara (14 anni), Pierfrancesco Caricato (9 anni), Riccardo Castrignanò (15 anni), Senio Crocini (18 anni), Enrico Eterno (11 anni), Luis Ferramosca (12 anni), Francesco Gaballo (10 anni), Tommaso Leuzzi (16 anni), Gabriele Madaro (12 anni), Alessandro Madaro (11 anni), Riccardo Moscatelli (15 anni), Mattia Nicolì (10 anni), Nicole Passasseo (14 anni), Gaia Perrone (12 anni), Roberto Perrone (10 anni), Valentina Petino (12 anni), Alessandro Sasha Pezzuto (16 anni), Matteo Salvatore (17 anni), Francesca Barbera (16 anni), Giuseppe Barbera (13 anni), Pietro Barbera (18 anni), Federico Buzzichelli (19 anni), Davide Cantele (15 anni), Luigi Carratta (17 anni), Emanuele Chirivì (15 anni), Ettore Firpo (11 anni), Ettore Gardone (17 anni), Giulia Guerra (15 anni), Cristiano Licastro (15 anni), Gabriele Mangia (16 anni), Ettore Marini (11 anni), Andrea Marra (14 anni), Riccardo Marra (16 anni), Vittorio Marsano (13 anni), Dennis Nicoletti (20 anni) e Fernando Sabadini (17 anni).

Leave A Comment