• mercoledì , 13 dicembre 2017

" DIDATTICA E ORGANIZZAZIONE "

Come cambia la valutazione del comportamento

Come cambia la valutazione del comportamento

La valutazione del comportamento nella scuola del primo ciclo: come cambia ai sensi del Decreto legislativo 62/2017 e della Nota circolare 1865 dell’ottobre 2017  di Rita Bortone   Abstract La valutazione del comportamento nella scuola del primo ciclo: come cambia ...

Leggi tutto

L’esame di III media si veste di nuovo

L’esame di III media si veste di nuovo

Via le prove Invalsi, che diventano però l’esame di ammissione all’esame di Stato. Semplificazione e trasparenza le parole chiave. Ecco come cambierà l’esame di Stato Di Rita Bortone Per la verità lo aveva già vestito di nuovo il Decreto leg.vo ...

Leggi tutto

Ora faremo tanti riassunti e via le carenze linguistiche!

Ora faremo tanti riassunti e via le carenze linguistiche!

Parlare e scrivere bene per pensare bene. Ma come? di Rita Bortone Parole chiave Le carenze linguistiche degli studenti e le abilità di scrittura – ieri, riflessione e studio da parte degli insegnanti; oggi, consulenti e task force per arginare ...

Leggi tutto

TINO E RINA – AMBASCIATORI DELLA SALUTE

TINO E RINA – AMBASCIATORI DELLA SALUTE

Incontrare le scolaresche non è una novità per Tino, Rina e  i gemelli Alby e Bea creati  da Manuela Pulimeno (in arte PRIMALBA), che ha già coordinato la campagna “Lasciamo che i bambini siano bambini”, promossa dall’ISBEM – Istituto Scientifico ...

Leggi tutto

Questioni di formazione e di formatori, di obblighi e competenze

Questioni di formazione e di formatori, di obblighi e competenze

L’ autrice passa in rassegna le sue recenti esperienze di formatrice nelle scuole italiane, mettendo in evidenza le carenze, le ambiguità e le incongruenze dell’aggiornamento dei docenti, così come viene spesso interpretato e realizzato. E lascia anche intravedere la possibile inversione di rotta.

Leggi tutto

Una valutazione senza stress: tra cultura pedagogica, cultura valutativa, cultura di sistema

Una valutazione senza stress: tra cultura pedagogica, cultura valutativa, cultura di sistema

L’articolo ragiona sulle innovazioni in materia valutativa che saranno oggetto dell’apposito decreto delegato. In particolare si affrontano i problemi che presumibilmente scaturiranno dalla possibilità di ammettere all’anno successivo e agli esami di licenza anche studenti che non abbiano conseguito la sufficienza nelle diverse discipline. Si considera anche il contenuto del rapporto OCSE sul benessere dei quindicenni italiani e sulla loro ansia legata al voto. Si problematizzano le attuali modalità di formazione in servizio degli insegnanti alla luce della prossima necessità di individuare strategie di miglioramento degli esiti formativi degli studenti promossi con insufficienze. Si riflette sulla rigidità dell’impianto organizzativo del sistema d’istruzione italiano e sulla sua inadeguatezza rispetto alle finalità di una scuola “per tutti e per ciascuno”

Leggi tutto