• sabato , 23 Ottobre 2021

Luglio 2021: Ripensare la scuola.

Cari Abbonati,
è online il numero di Luglio/Agosto di Scuola e Amministrazione, all’interno del quale ci auguriamo che troviate interessanti spunti di riflessione e indicazioni operative per sciogliere alcuni nodi apparentemente inestricabili, “ma sciolti” sempre brillantemente dal direttore Fabio Scrimitore nella rubrica “Quesiti dei lettori”.
I sapienti contributi a firma di Rita Bortone, Antonio Santoro e Agata Scarafilo, completano il palinsesto di questo numero, mentre la testimonianza dell’esperienza di  Vincenzo Melilli, Catia Colopi e Tiziana Montinaro apre una finestra sull’Amministrazione scolastica periferica e il “lavoro agile”.

All’interno della rivista (nella penultima pagina), troverete anche l’invito, rivolto a tutti i DS, a partecipare gratuitamente al progetto europeo “Europe4Future”, del quale è partner Scuola e Amministrazione.
Un’occasione imperdibile per rendere i Vostri/Nostri ragazzi e ragazze protagonisti oggi dell’Europa di domani.

Anche noi, come voi, abbiamo bisogno di riposo.
Vi diamo quindi appuntamento a Settembre e vi auguriamo buone vacanze!

SOMMARIO:

EDITORIALE 

Ripensare la scuoladi Fabio Scrimitore

Patrizio Bianchi, Ministro dell’Istruzione, ha recentemente partecipato in videoconferenza al Global Education Meeting 2021 dell’Unesco, a margine dl un forum politico  sullo sviluppo sostenibile.

POLITICA E CULTURA DELLA SCUOLA

– L’urgenza di una svolta nelle attività di formazione dei docenti 

di Antonio Santoro

Dalla riflessione pedagogica e dalla ricerca di settore ancora la richiesta di cambiamenti significativi nei percorsi di formazione iniziale e nelle iniziative di formazione in servizio degli insegnanti.

DIDATTICA E ORGANIZZAZIONE

– Piano Estate: punto di partenza di un percorso di trasformazione 

di Rita Bortone

Durata dell’anno scolastico, vivibilità degli ambienti, recupero disciplinare, promozione degli interessi culturali, didattica modulare, curricolo, gruppi d’apprendimento: e se il Piano Estate fosse una chiamata all’impegno?

QUESITI DEI LETTORI A cura di Fabio Scrimitore

– Come cambiare l’indirizzo di studi?
A quali condizioni si può cambiare Istituto scolastico e indirizzo di studi, dopo aver concluso il primo anno della Scuola secondaria superiore?

– Come ottenere il riconoscimento del servizio pre-ruolo? 
Il servizio di insegnamento che sia stato prestato, dopo il 2000,  in una scuola elementare, già parificata ed oggi paritaria, potrà essere riconosciuto utile ai fini della carriera? Analogamente potrà essere riconosciuto in carriera il servizio di insegnamento prestato, dopo il 2000, in scuole secondarie paritarie, che avevano la qualifica di scuole pareggiate?

– Alunni BES: se i genitori non condividono il Piano didattico personalizzato (PDP)?
Se i genitori d’un alunno frequentante una classe di scuola secondaria di I grado non ritenessero di sottoscrivere il Piano Didattico Personalizzato, predisposto dal Consiglio di classe, tale PDP non potrebbe diventare operativo. Il quesito è stato proposto da un insegnante di scuola secondaria di primo grado, il quale, riferendosi alla didattica programmabile per i B.E.S., vorrebbe sapere che cosa succederebbe se i genitori non firmassero il PDP.

– Rilascio di certificazioni per costituzione in giudizio di un docente: quali diritti/doveri per il DSGA?
Il quesito, proposto da un insegnante di scuola primaria, riguarda il rilascio di attestazioni-certificati da parte della Segreteria della scuola di servizio.

– Si può modificare in corso d’anno il piano delle attività del personale ATA?
Il contesto è rappresentato dall’art.55 del CCNL-Scuola del novembre 2007, che regolamenta la riduzione dell’orario di lavoro del personale ATA a 35 ore settimanali

– Contratto di prestazione d’opera intellettuale 
Il Ministero dell’Istruzione, ha assegnato un’ulteriore risorsa finanziaria destinata alla prosecuzione del servizio di Sportello psicologico, programmato nel PTOF dello stesso anno scolastico. Che cosa comporta questo per il DS?

– Come richiedere l’assegnazione provvisoria in altra sede?
Quale certificazione è necessario presentare e a norma di quale legge per presentare domanda di assegnazione provvisoria di sede e di utilizzazione, nel caso che il docente sia una persona bisognosa di cure continuative per gravi patologie?

GIURISPRUDENZA

– Manifestazione d’interesse: nessuna deroga alla rotazioneDi Agata Scarafilo
Confermato il principio di rotazione anche nel caso in cui gli inviti e gli affidi siano preceduti da un avviso pubblico per manifestazione d’interesseA fare chiarezza è la recente Sentenza del Consiglio di Stato, Sezione V, n. 2292/2021

CONTRIBUTI – ESPERIENZE

– L’Amministrazione scolastica periferica e il “lavoro agile”
Di Vincenzo Melilli, Catia Colopi e Tiziana Montinaro
Dalla crisi della pandemia alle opportunità di sviluppo e potenziamento del servizio dell’UST

CLICCA IL LINK QUI DI SEGUITO (visibile solo agli abbonati) E SCARICA LA RIVISTA IN .PDF