• sabato , 15 Agosto 2020

Maggio 2019. Valutare con successo: consigli, analisi, metodi

Tornano i “Quaderni di Scuola e Amministrazione”: un focus di Fabio Scrimitore sulla valutazione degli studenti, tema caldo alla vigilia degli scrutini.

Muovendosi tra valutazione del profitto e giudizi sul comportamento, Scrimitore non dimentica il riferimento a problematiche ricorrenti, come l’intromissione dei genitori, e persino dei nonni nella sfera didattica: corresponsabilità educativa, certo, ma ognuno per il proprio ambito.

Niente più punizioni disciplinari per gli alunni della primaria, mentre arriva tra i banchi l’Educazione civica: “Niente di nuovo sotto il sole”, commenta il direttore nel suo excursus.

Alberto Maritati e Rita Bortone, intervistati da Enrica Bienna, sull’importanza di comprendere la Costituzione: tra i punti cardine del nuovo disegno di legge, conoscere la Carta costituzionale aiuta i ragazzi ad una presa di coscienza sul proprio essere cittadini con diritti e doveri.

Buona lettura!

La Redazione di Scuola e amministrazione

La buona Informazione per una scuola buona davvero

Ecco l’indice del Quaderno “Valutare con successo: consigli, analisi, metodi” di Maggio 2019:

Premessa: la valutazione dei percorsi didattici nella scuola formale

Abolizione delle sanzioni disciplinari e introduzione dell’Educazione civica: niente di nuovo sotto il sole

Trasparenza di giudizio: obblighi e facoltà del docente

Verifica e valutazione degli studenti: sanzioni per i docenti

Valutazione del profitto e delle competenze: urge chiarezza

Valutazione e trasparenza

La durata degli scrutini nella scuola secondaria superiore

Esame di Stato per il 1° ciclo: composizione della commissione

Quando il docente interroga “per rappresaglia”

La valutazione del comportamento degli alunni

“Regolamenti e patto di corresponsabilità”: integrazioni con riferimento ai fenomeni di bullismo e cyberbullismo e alle relative sanzioni

Sulla illegittimità della bocciatura di un alunno decretata dal TAR

Vietato l’ingresso ai non addetti ai lavori

PER CONTINUARE A LEGGERE QUESTO ARTICOLO DEVI ESSERE ABBONATO! Clicca qui per sottoscrivere l’abbonamento